Marketing, Memory and Make-up
50% off all hosting at servwise

Archive for September, 2008

La componente ISAPI Rewrite, è particolarmente utile per il SEO

Tuesday, September 30th, 2008

Con i piani di hosting condiviso Windows,  forniamo ISAPI_Rewrite un potente motore di manipolazione degli URL fondato sulle espressioni regolari. Questo funziona come mod_Rewrite di Apache , che offriamo con i piani Linux, ma programmato appositamente per il Internet Informazioni Server di Microsoft (IIS).

La componente ISAPI Rewrite, è particolarmente utile per il SEO, perchè permette attraverso delle semplici espressioni regolari di riscrivere gli indirizzi delle pagine Web come se fossero URL statiche, quindi inserendo parole chiave che identificano il contenuto della pagina, per ottimizzarla sia per i motori di ricerca che per l’occhio umano.

In realtà l ‘ ISAPI_rewrite come il mod-rewrite, è uno strumento molto sofisticato e malleabile che può assolvere varie funzioni: potete usarlo per il  proxy del contenuto di un altro server , evitare hotlinking e il rafforzamento della sicurezza del server. Supporta file .htaccess distribuiti di configurazione, migliora le espressioni regolari e ha praticamente quasi tutte le caratteristiche mod_rewrite.

La componente ISAPI_Rewrite  può essere usata tramite i nostri spazi di hosting online gratuitamente, e con qualsiasi linguaggio di programmazione .php, .asp.net oppure file htm  ecc…

Per usufruire dell’ ISAPI_rewrite è sufficiente creare il file .htaccess nel proprio spazio web (in cui inserire le istruzioni per l’ISAPI_Rewrite) e copiarlo nella root  o sottocartella del proprio sito Web.

Fiducia e propensione all’ acquisto online, Certificati SSL EV e Site Seal

Monday, September 15th, 2008

Tra i fattori che incidono nella potenzialita’  delle aziende di vendere i propri prodotti e servizi online c’e’ la fiducia dei consumatori.

Infondere fiducia nei visitatori del proprio sito Web e’ molto importante pero’ le nuove aziende, ma per via delle frodi online che si stanno difondendo, e’ diventato ancor piu’ importante anche per i siti di aziende note , infatti le frodi online consistono proprio nella creazione di siti-trappola, cloni di siti noti e quindi identici a quelli veri, con lo scopo di rubare i codici d’accesso a banche o numeri di carte di credito ai negozi online.

Come proteggersi?
A questo proposito i certificati SSL a convalida estesa sia il site seal dinamico che l’ EV, sono di grande utilita’ sia per le aziende operanti nel web che per i visitatori dei siti.

Tramite questo tipo di certificato le aziende che operano su internet possono dimostrare ai loro utenti la propria identita’  al di la’  di ogni dubbio, in quanto per rilasciare il certificato sono necessari dei controlli rigorosi da parte dell’ autorita’  certificante, per assicurarsi che chi chiede il certificato abbia l’ autorita’ di farlo. E non solo, una volta rilasciato il certificato e’ soggetto a controlli e puo’ essere revocato e comunicato in tempo reale ai browser tramite il protocollo OCSP e l’ archivio dei ROOT di Microsoft.

Cosa vede l’ utente del sito?

Il site seal viene messo nella tua pagina Web, identificando automaticamente il tuo sito come originale, autentico e validato da una terza parte indipendente.

Quando il cliente clicca sul Site Seal dinamico, il server fa automaticamente un controllo del dominio per verificare che il sito visitato dall’ utente e’ l’ originale mostrando il nome dell’ azienda.

Con l’ EV gli utenti finali possono verificare l’identita’  di chi gestisce il sito tramite delle convenzioni fornite dalle interfaccie dei browser (IE 7, FireFox 3 etc..), queste sono:

– La barra degli indirizzi verde
– il nome dell’azienda o di chi appartiene il sito, appare in alto senza bisogno di cliccare a fianco alla barra degli indirizzi.

Quindi gli ipotetici clonatori del sito per ottenere un certificato di questo tipo dovrebbero prima di tutto richiederlo a nome di un’ azienda veramente esistente e secondo i visitatori del sito clonato vedrebbero subito che il nome dell’ azienda non corrisponde.

Sempre di piu’ gli utenti online cercheranno questo tipo di convalida online prima di fare un acquisto.

Per vedere le nostri certificati SSL, clicca qui.

Cosa è RSS feed e il Web 2.0 ?

Monday, September 1st, 2008

Le RSS feed sono uno dei numerosi strumenti apprezzati e utilizzati dai siti Web 2.0. La  parola Web 2.0  viene usata per indicare il prodotto di una lenta evoluzione nel modo in cui i consumatori finali e programmatori usano il Web per comunicare con gli altri.

Molte delle tecnologie del Web2.0 esistono sin dagli inizi del Web, quindi non è una evoluzione tecnologica, ma nel modo in cui le persone oggi utilizzano internet. I blog, i siti per il social networking e tutti gli strumenti del web  che mirano ad aumentare la creatività e condivisione delle informazioni, interazione e collaborazione tra utenti del web. Se vogliamo descrivere il Web2.0 in due parole sole, possiamo dire che  è la tecnoligizzazione della comunicazione.

La comunicazione è il fondamento della società, della nostra cultura, dell’umanità, della nostra identità  individuale, e di tutti i sistemi economici. Questo è il motivo per cui i network stanno diventando così importanti (social networking). La comunicazione e il suo alleato computer, è un fatto specifico del nostro periodo economico, ma non accade perchè questo è il settore commerciale alla moda o leader dei nostri giorni, ma perchè l’impatto delle sue funzioni culturali, tecnologiche, concettuali riverbera la radice della nostra vita.

Molti siti incluso il nostro raggruppano il proprio contenuto in formato RSS feed per  fornirlo a chiunque ne faccia richiesta.

Quali sono i benefici e ragioni nell’ usare le RSS?
L’RSS vi permette di stare informati reperendo gli ultimi contenuti di un sito in cui siete interessati. In questo modo risparmi tempo non avendo bisogno di visitare ogni sito individualmente e proteggi la tua privacy, non dovendoti iscrivere alla newsletter.

Cosa devi fare per poter leggere le RSS Feed?
I lettori di feed o software aggregatori di notizie ti permettono di aggregare le RSS feeds da diversi siti web a cui siete interessati,  in un unico punto. L’aggregatore è molto simile a un client per la posta elettronica che raccoglie i nostri feed RSS preferiti . All’interno di un aggregatore possiamo organizzare i feed RSS in cartelle suddivise per argomento. Sono disponibili diversi lettori di RSS per diverse piattaforme. Alcune tra le piu’ conosciute sono Amphetadesk (Windows, Linux, Mac), FeedReader (Windows), e NewsGator (Windows e’  integrato con Outlook). Oggi la maggior parte di email client come  Outlook e Thunderbird hanno delle funzionalità  già  incorporate per leggere le RSS feed.Ce ne sono anche alcuni di cui puoi usufruire  tramite il web come  My Yahoo, Bloglines, e Google Reader.

  1. Una volta che hai scelto la piattaforma per leggere le RSS feed, devi controllare che i siti che ti interessa mostrino uno di queste sigle: RSS, XML, o RDF.
  2. Clicchi sull’ icona RSS,  ad esempio nella knowledgebase di ServWise su Web 2.0 RSS
  3. e  puoi abbonarti alle  RSS feed del sito che desideri http://www.servwise.com/kb-it/rss.php