Il Registro riporta che i livelli di CO2 sono ai massimi mai raggiunti in quasi un milione di anni: le

carote di ghiaccio rivelano altezze storiche di CO2

Le carote di ghiaccio profonde dell'Antartide rivelano che oggi c'è più anidride carbonica nell'atmosfera che in qualsiasi momento negli ultimi 800.000 anni.

I dati provengono dall'analisi di minuscole bolle d'aria sepolte a 3,2 km nelle calotte glaciali antartiche. Questi forniscono una registrazione dell'atmosfera antica e danno un'idea di come il clima è stato influenzato dai livelli di CO2 in passato.

Sono sicuro che ci saranno quelli che verranno fuori e diranno che questo potrebbe ancora essere un ciclo naturale e l'attività umana non è la causa dell'escursione della "mazza da hockey" in tutte le cose calde.

Ma la mia domanda è questa: "E allora?"

Togli la causa e il problema rimane. Se si scopre che gli esseri umani non sono la causa dei cambiamenti nel nostro ambiente che stanno inevitabilmente portando alla catastrofe climatica, significa che dovremmo sederci e non fare nulla e lasciare che tutto accada?

È passato un po 'di tempo da quando gli esseri umani hanno accettato ciò che la natura ha da offrire e non si sono immischiati, quindi questo sarebbe un cambiamento rinfrescante. Ma quale sarebbe il risultato? La C02 aumenta e la temperatura aumenta. La Groenlandia si scioglie. Il mare si alza - forse di 6,5 metri. Storicamente, gravi cambiamenti climatici si verificano sempre in risposta a livelli elevati di CO2.

E miliardi di persone perdono i mezzi per sopravvivere.

Chiaramente, sarebbe necessario fare qualcosa per evitarlo, indipendentemente dalla causa. E la prima cosa da fare per ridurre la quantità di CO2 nell'atmosfera è smettere di scaricarne una quantità maggiore, ovvero ridurre le emissioni e smettere di rimuovere la capacità del pianeta di affondare il carbonio presente. Non abbattendo la vita vegetale che raggiunge questo obiettivo.

Vai avanti.



Giovedì, Giugno 7, 2007

« Indietro